Agevolazioni e Incentivi
dei prodotti Ugo Cadel

Se stai pensando di acquistare un prodotto per il riscaldamento a biomassa con i prodotti UGO CADEL, in base al modello scelto, hai la possibilità di usufruire:

– delle detrazioni fiscali IRPEF al 50% in dieci anni per interventi di ristrutturazione edilizia.
– del Conto Termico 2.0
– dell’ IVA agevolata al 4% oppure al 10%

Inoltre è possibile usufruire delle detrazioni fiscali al 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione.

DETRAZIONI FISCALE AL 50%

Con il Decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 chi acquista un prodotto per il riscaldamento domestico a biomassa (legna e pellet) ha la possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali se l’acquisto rientra all’interno di un progetto di intervento come Ristrutturazione edilizia :

La detrazione fiscale per Interventi di Ristrutturazione Edilizia è disciplinata dall’art. 16-bis del Dpr 917/86  e prevede una detrazione del 50% in dieci anni sulla spesa effettuata anche per l’acquisto di una stufa, termostufa, una cucina, una termocucina, un termocamino o un camino a legna  effettuato dal 26 Giugno 2012 al 31 Dicembre 2018, a patto che l’acquisto rientri all’interno di un più ampio progetto di risparmio energetico o ristrutturazione edilizia della propria abitazione, con un limite massimo di spesa di 96.000 euro.

La detrazione fiscale del 50% è ottenibile anche in assenza di opere edilizie, in applicazione della normativa vigente in materia di risparmi energetici. In questo caso la Detrazione Fiscale è ammessa per l’acquisto e l’installazione di camini e stufe a biomassa aventi un rendimento NON inferiore al 70%.

Per beneficiare della detrazione è necessario effettuare il pagamento tramite bonifico bancario / postale riportante:

  1. causale del versamento
  2. codice fiscale del soggetto che paga
  3. codice fiscale o partita iva del beneficiario del pagamento

 

Inoltre i contribuenti interessati devono conservare, oltre alla ricevuta del bonifico, le fatture o le ricevute fiscali relative alle spese effettuate e l’attestato del Produttore, scaricabile nel menu di ogni nostro prodotto.

Inoltre, come previsto dalla Legge di Bilancio 2018, al fine di consentire il monitoraggio e la valutazione del risparmio energetico avvenuto,
i contribuenti che intendono accedere a tale beneficio sono obbligati a trasmettere all’ENEA le informazioni sui lavori effettuati. La trasmissione dei dati dovrà avvenire tramite il portale https://ristrutturazioni2018.enea.it/index.asp
entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.
Per gli interventi già conclusi tra il 01/01/2018 e il 21/11/2018, il termine dei 90 giorni per l’invio delle informazioni decorrerà dal 21/11/2018.

Per semplificare la trasmissione delle informazioni, l’ENEA, d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Agenzia delle Entrate, ha messo a punto una “Guida rapida alla trasmissione” con tutte le informazioni necessarie per l’invio dei dati. Sull’ammissibilità degli interventi si rimanda all’opuscolo dell’Agenzia delle Entrate “Ristrutturazioni edilizie: detrazioni fiscali – edizione 2018”.

Entrambi i documenti sono disponibili al link acs.enea.it/ristrutturazioni-edilizie

CONTO TERMICO

Cos’è il conto termico 2.0

Con il DM 28/12/12 meglio conosciuto come “Conto Termico”, per la prima volta in Italia, si assegna un incentivo specifico alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili e nello specifico da biomasse, cioè legna e pellet.

Il Conto Termico 2.0, in vigore dal 31 Maggio 2016 , potenzia e semplifica il meccanismo di sostegno già introdotto da questo decreto introducendo alcune variazioni significative quali:

  • L’innalzamento del limite per l’erogazione dell’incentivo in un’unica rata (dai precedenti € 600 agli attuali € 5000)
  • La riduzione dei tempi di pagamento che, nel nuovo meccanismo, passano da 6 a 2 mesi

 

Il principio virtuoso del legislatore è semplice: incentivare la sostituzione di apparecchi obsoleti, cioè con bassi rendimenti ed alti emissioni, premiando chi installa apparecchi di ultima generazione che garantiscono invece basse emissioni in atmosfera ed alti rendimenti energetici. In altre parole lo Stato sostiene i cittadini che, in specifiche situazioni e con l’acquisto di prodotti con determinate caratteristiche, aiutano l’ambiente e favoriscono nel contempo anche la diminuzione del consumo energetico globale.

Quali sono i prodotti incentivabili

Per poter usufruire degli incentivi previsti dal Conto Termico, il nuovo prodotto in sostituzione deve rispondere a particolari requisiti e standard qualitativi in termini di rendimento ed emissioni in atmosfera.

Zone climatiche

Il contributo garantito dal Conto Termico varia a seconda della potenza dell’apparecchio, delle sue emissioni e della zona climatica in cui sarà installato. Lo scopo è quello di regolamentare le fasce di consumo di energia su tutto il territorio nazionale, identificando zona per zona le temperature medie. Le zone identificate sono 6, e vengono espresse con delle lettere, dalla A (minor consumo) alla F (maggior consumo).

Iva Agevolata

É possibile beneficiare dell’iva agevolata al 4% o al 10% in presenza di lavori di costruzione o ristrutturazione della propria abitazione a seconda della tipologia dell’intervento effettuato.

Di seguito una tabella riepilogativa dei casi in cui si può beneficiare e dell’aliquota applicabile:

Manutenzione ordinaria e straordinaria di cui alle lettere a), b) art. 31, legge 457/78 Restauro e risanamento conservativo e interventi di ristrutturazione edilizia e di ristrutturazione urbanistica di cui alle lettere c), d), e) art. 31 legge 457/78 Costruzione di un’abitazione non di lusso
Lavori con cessione di beni finiti 10% 10% 4%
Cessioni di beni “finiti” senza posa in opera 22% 10% 4%

 

Attenzione: i testi riportati sono solo ad uso informativo, Ugo Cadel declina ogni responsabilità per inesattezze od omissioni. Data la complessità della normativa in questione, per maggiori informazioni e per la procedura di utilizzo dei benefici si rinvia alle guide fiscali dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it e al portale del gestore GSE per il conto termico www.gse.it.

Interessato alle Agevolazioni Fiscali?

without
http://ugocadel.com/wp-content/themes/skudo/
http://ugocadel.com/
#c33042
style1
paged
Caricamento News...
/home/bu2zc9e6/public_html/
#
on
none
loading
#
Sort Gallery
on
yes
yes
off
Scrivi la tua email qui
off
off